Pubblicato il: 08/06/15 | Ricontrollato il:

Windows 10 ormai è ad un passo dall'arrivo ufficiale. E' stato pubblicizzato per mesi ed è stato personalizzato in base ai suggerimenti degli utenti che l'hanno voluto provare in anteprima grazie al progetto Windows Insider.

Da circa un anno la rete è stata invasa da numerosi rumors e informazioni di ogni genere, vediamo quindi un riassunto con le risposte alle domande più frequenti per prepararci al meglio all'arrivo di Windows 10:

1. Quando verrà rilasciato ufficialmente? Microsoft lancerà ufficialmente in tutto il mondo e per tutti gli utenti la versione stabile di Windows 10 il 29 luglio 2015.
2. Come si fa ad installarlo? Windows 10 verrà rilasciato come un normale aggiornamento e si potrà installare normalmente e gratuitamente tramite Windows Update, entro un anno.
3. E se devo formattare tra un anno? In Windows 10 sarà presente l'opzione per formattare senza perdere il nuovo sistema operativo (oppure verrà rilasciato il file ISO che sarà attivabile con il codice seriale del precedente sistema operativo).
4. Chi può installarlo? Possono installarlo tutti gli utenti che hanno Windows 7 SP1 e Windows 8.1 installato e aggiornato.
5. Anche le copie pirata riceveranno l'aggiornamento? Sì, il passaggio potrà avvenire anche sulle copie di Windows non originali, ma queste avranno lo sfondo del desktop bloccato da un'enorme scritta che identifica che Windows non è originale (forse però ci saranno anche ulteriori provvedimenti).
6. Il mio computer lo supporta? Il nuovo sistema operativo ha gli stessi requisiti minimi di Windows dei predecessori abilitati.

7. Quali versioni di Windows 10 esistono? Esistono solo 2 versioni, gli utenti Home e gli utenti Pro.
8. Se ho Windows XP o precedenti come faccio? Bisogna comprarlo al prezzo di 119 dollari per la versione Home oppure 199 per la versione Pro.
9. Cosa fare durante e dopo l'aggiornamento? Per ricevere l'aggiornamento bisogna procedere al download e all'installazione (con la connessione ad Internet attiva) e attendere il completamento. Precedentemente verranno segnalati i programmi che bisogna reinstallare da capo, mentre tutti i dati verranno conservati, proprio come un normale aggiornamento di routine.
10. Quali sono le novità più importanti? Il nuovo menu start (che integrerà lo Start che prima era a tutto schermo), il nuovo centro notifiche con l'assistente vocale Cortana, e il nuovo browser Microsoft Edge che andrà a sostituire Internet Explorer.
11. Quali programmi non saranno più integrati in Windows? Non ci sarà più il Windows Media Center e anche i DVD Video non verranno più letti di default ma sarà necessario installare un lettore a nostra scelta. Scompariranno anche i gadget sul desktop (ritenuti non sicuri) e i giochi, che verranno sostituiti con le versioni aggiornate.
12. Posso tornare indietro a Windows 7 o Windows 8 nel caso non fossi contento? Sì, il downgrade è consentito con entrambi i vecchi sistemi.

Ma le notizie non finiscono qui, perchè, stando ad alcuni fonti sicure, questo Windows potrebbe essere l'ultimo, ma non l'ultimo nel senso che non ci saranno più "aggiornamenti" ma l'ultimo perchè potrebbe non esserci una successiva versione, un Windows 11 per capirci. In questo modo il sistema operativo verrà visto come un "servizio" in costante aggiornamento, dove gli utenti potranno scaricare aggiornamenti e nuove funzionalità una volta al mese. Mentre gli upgrade più consistenti saranno disponibili un paio di volte all'anno e quindi non sarà più necessario pubblicizzare a gran voce una nuova versione, perchè le funzioni importanti verranno integrate nel sistema già esistente, senza bisogno di nuove major release (è già previsto l'aggiornamento Windows Redstone).

Resterà da capire come Microsoft continuerà a monetizzare con il mondo dei sistemi operativi, perchè una volta che la maggior parte degli utenti aggiornerà o comprerà Windows 10 e lo avrà installato non dovrà più acquistare una successiva versione. A questo punto molto probabilmente i futuri aggiornamenti, ogni 3 anni ad esempio, potrebbero essere acquistati ad una cifra molto bassa da chi volesse continuare a tenere "aggiornato" il sistema con gli update corposi che porteranno nuove funzioni.

Per il momento non ci resta che prenotare l'aggiornamento grazie all'icona che pian piano si sta intrufolando nell'area di notifica di tutti i computer con Windows 7 e 8.1, così da poter essere avvisati quando l'aggiornamento sarà disponibile. Grazie alla prenotazione, Windows 10 dovrebbe venire scaricato con qualche giorno di anticipo e in background, così che il 29 luglio sia già pronto per essere installato senza aspettare il download dei file necessari.
Con questo particolare aggiornamento gratuito, ma soprattutto grazie anche all'icona di avviso, Microsoft sta cercando in tutti i modi di forzare il passaggio a Windows 10 a tutti, quindi anche agli utenti meno esperti, che non sempre sono informati sulle novità importanti. Forse in casa Microsoft si teme un nuovo Windows XP con Windows 7, ovvero una fase stagnante in cui tutti gli utenti si trovano benissimo con il vecchio sistema operativo e non pensano neanche minimamente di passare o, come si è sempre fatto, comprare la successiva versione.

{ 1 commenti... leggi il commento e rispondi o lasciane uno nuovo }

  1. Ottimo articolo x gli imbranati come me,ha esaudito tutte le mie domande su windows 10.

    RispondiElimina

Ricerca Geek

Ultimi Articoli

Ultime Guide

- © Copyright Portale Geek 2008- © - Template Metrominimalist - Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -

- Policy Privacy -