Pubblicato il: 12/02/15 | Ricontrollato il:

Quando un computer inizia a diventare lento una della principali cause è sicuramente l'hard disk troppo pieno. Prima di iniziare ad eliminare file che comunque potrebbero servirci, o che dobbiamo avere a disposizione sempre sul PC, facciamo una bella pulizia di tutti i file inutili che vengono salvati automaticamente sul disco fisso, ma anche quelli che abbiamo salvato noi e che non ci servono più, oltre a programmi e tantissime altre cose completamente inutili (vediamo anche gli altri metodi per velocizzare Windows).

L'unico programma che ci viene in aiuto e che dobbiamo installare, se già non lo abbiamo, è il caro e buon vecchio CCleaner (download qui), tutto il resto dobbiamo farlo noi, naturalmente seguendo passo passo la guida che segue:

1. Disinstallare tutti i programmi inutili: come primo passaggio dobbiamo assolutamente andare a disinstallare tutti i programmi che non utilizziamo più, insieme a quelli che non ci interessano minimamente, o ancora quelli che erano già installati di default o sono stati installati a nostra insaputa e che comunque non usiamo.
Per fare questo andiamo sul Pannello di controllo e troviamo la voce "Disinstalla un programma", e iniziamo a disinstallare pian piano tutti i programmi descritti prima, stando attenti a non disinstallare però quelli utili al sistema, come ad esempio quelli dedicati alla scheda video. Per aiutarci, se non conosciamo un determinato programma, facciamo una rapida ricerca su Internet per vedere a cosa serve, e se è non serve a far funzionare qualche componente del PC possiamo tranquillamente disinstallarlo.

2. Eliminare vecchie cartelle e vecchi file dal disco C: all'interno del disco C (parlando di disco C come radice del disco, è ovvio che tutti i file sono sul disco fisso) possono esserci cartelle di vecchi programmi (anche quelli che abbiamo disinstallato prima nel punto 1). Allora raggiungiamo le "Risorse del computer" e, visto che queste cartelle ormai non servono più, possiamo eliminarle molto velocemente (all'interno della cartella Programmi solitamente).
All'interno del disco C possiamo trovare anche vecchi file, vecchi installer, file di log o report, e molte altre cose, che se non ci servono possiamo eliminare.
Anche in questo caso facciamo molta attenzione a cancellare solo quello che siamo sicuri riguardi programmi cancellati o file indipendenti, e non qualcosa che serve a far funzionare quello che utilizziamo.

3. Ripulire cartelle personali da file inutilizzati: la maggior parte dello spazio occupato sul disco fisso dipende dalle cartelle personali che abbiamo sul PC. Tutti i documenti, la musica, le immagini, ma soprattutto i video, occupano molto spazio. In particolar modo però i video sono quelli che occupano molto spazio, come ad esempio i film o i videoclip registrati, e sarebbe meglio trasferirli su hard disk esterni o masterizzarli su supporti archiviabili. Sarebbe meglio fare una pulizia anche di tutti il resto che non ci serve, anche se è meglio evitare di cancellare musica, immagini o documenti che comunque a confronto con i video occupano veramente poco.
Una cartella molto importante e da non tralasciare per recuperare molto spazio è quella dei Download, denominata nella maggior parte dei computer "Download" appunto. In questa cartella (se non siamo abituati ad archiviare i file scaricati) possiamo trovare di tutto, dai vecchi file scaricati con i principali programmi P2P, a quelli scaricati dal web, fino a vecchie fatture, bollette, vecchi installer, o moltissimi altri file che magari non guardiamo da anni. La soluzione sarebbe o archiviare questi file una volta per tutte (magari su supporti esterni), oppure eliminarli definitivamente (tutti quelli che non ci servono più). In questo modo recupereremo un altro bel po' di spazio.
Per finire andiamo anche sul desktop per vedere se abbiamo dimenticato qualche vecchio file oppure se abbiamo qualche cartella piena di file dimenticati ed eliminiamo tutto ciò che non usiamo.

4. Pulizia del disco con Windows: questo strumento di Windows viene spesso tralasciato da tutti, perchè ormai ben superato da CCleaner (punto 5), ma questo tipo di pulizia rimuove molti file che sono inaccessibili e incancellabili da altri software, tanto da poterli cancellare solo se si avvia la pulizia con i privilegi da amministratore (si può avviare rapidamente cercando su Start "Pulizia disco" e con il tasto destro "Esegui come amministratore").
Questo pulizia rimuove i file di backup dei Service Pack e quelli di Windows Update, ma anche file di errori di Windows, file di anteprime e di registro, file di segnalazione di errori, oltre a fare una rapida pulizia dei file temporanei del sistema.
Tramite questa pulizia possiamo recuperare anche più di 1 GB di spazio.

5. Pulizia completa con CCleaner: questo programma è tanto semplice quanto potente. E' utilizzabile da qualsiasi utente perchè una volta installato bisogna solamente avviarlo per iniziare a fare le varie pulizie.
Di base, nella pulizia principale, non sono selezionati tutti i flag, quindi se vogliamo un pulizia veramente totale selezioniamoli tutti a mano (potrebbero comparire alert, continuiamo comunque) tralasciando solo "Bonifica spazio libero" (che faremo dopo). Ora clicchiamo direttamente su "Avvia pulizia" per eliminare parecchi file inutili, che se abbiamo il PC da molto tempo potrebbero arrivare anche a più di 5 GB.
Ora facciamo la pulizia del registro, cliccando su Registro e poi su Trova problemi. Una volta completata la scansione clicchiamo su "Ripara selezionati...", e ancora Ripariamo selezionati.
CCleaner integra anche due strumenti molto importanti per concludere la scansione come si deve, infatti andando su Strumenti troviamo la sezione "Ripristino sistema" e "Bonifica drive".
Il primo serve ad eliminare tutti i file di ripristino vecchi, bisogna solo selezionarli e cliccare su "Rimuovi". Possiamo eliminarli tutti tranne l'ultimo (in cima), che per sicurezza è inaccessibile, e recuperare così, in certi casi, anche fino a 10 GB.
Il secondo invece è un processo molto lungo che effettua la bonifica dello spazio libero. Questa operazione serve ad eliminare completamente i file cancellati, sembra un controsenso ma i file cancellati (non tutti) possono essere recuperati utilizzando particolari software, che ci riescono grazie ai pezzi di file cancellati che vengono compressi nello spazio vuoto del disco. Facendo la bonifica viene tutto cancellato ed è possibile recuperare un po' di spazio, oltre che a cancellare completamente tutto.

N.B. Una volta eseguiti tutti i passaggi, soprattutto il punto 5, verranno eliminati tutti i file temporanei, la cronologia, i cookie e anche le password salvate nei browser e non saranno recuperabili, inoltre con la bonifica risulterà impossibile recuperare anche tutti i file cancellati (anche in precedenza).
Se siamo sicuri di conoscere tutte le password e che questi file non ci serviranno più, possiamo tranquillamente seguire la guida senza creare comunque nessun problema al sistema.

Lascia un Commento

Iscriviti al Feed

Ricerca Geek

Ultimi Articoli

Ultime Guide

- © Copyright Portale Geek 2008- © - Template Metrominimalist - Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -

- Policy Privacy -