Pubblicato il: 20/01/12 | Ricontrollato il:


Megavideo e Megaupload, i due più famosi siti di file-sharing, sono stati bloccati dall'Fbi che ha agito in collaborazione con il Dipartimento della Giustizia americano, ed ha provveduto inoltre ad arrestare Kim Schmitz, il fondatore, che rischia 50 anni di prigione assieme ad altri membri.

Il motivo della chiusura non sembra essere solo quello di pirateria online ma anche per associazione a delinquere per estorsione, riciclaggio e violazione di diritto d'autore, dove ha causato una perdita di circa 500 milioni di dollari a causa dei mancati profitti dei detentori del copyright.
In rete lo staff di Megaupload ha fatto sapere che il sito riaprirà presto tramite un altro indirizzo e che la maggior parte di traffico è derivato comunque da download legali e che le accuse sono tutte ridicole. L'Fbi non è dello stesso parere e dichiara invece che il sito ha diffuso un enorme quantitativo di materiale illecito.
In giro si trovano già dei link al nuovo sito ma nessuno è funzionante, forse dovremo aspettare qualche giorno in più (forse... e se ci sarà quel giorno).

{ 2 commenti... leggi i commenti e rispondi o lasciane uno nuovo }

  1. Se uno come megaupload permette di condividere file protetti da copyright paga di persona, che mi dite di youtube che è esente da responsabilità circa i video caricati con la giustificazione che non può mica controllare tutto? (mi riferisco alla sentenza per le immagini di scherno a un ragazzo disabile per cui la procura di milano ha chiesto l'imputazione di youtube da tutti vista come lesiva nei confronti del colosso dei video online...)

    RispondiElimina
  2. già e a me nn sembra neanche giusto chiudere megavideo sopratutto per la gente innocente che si vuole guardare un sancrosanto film in pace ! questo è quanto arrivederci ^^

    RispondiElimina

Ricerca Geek

Ultimi Articoli

Ultime Guide

- © Copyright Portale Geek 2008- © - Template Metrominimalist - Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -

- Policy Privacy -