Pubblicato il: 14/07/15 | Ricontrollato il:

Il team Mozilla dopo aver preso una decisione drastica sull'ormai sorpassato plugin Java ha deciso di tagliare i contatti anche con Adobe Flash, perchè ritenuto troppo pericoloso.

Lo scandalo Hacking Team, che ha portato alla luce più di 400 GB di dati tra cui moltissime e-mail della stessa società di spionaggio, non ha di certo aiutato la situazione del Flash Player, ritenuto già da anni poco sicuro, ed è stato definitivamente messo KO dalle e-mail trafugate (in molti messaggi infatti si parlava di come poter utilizzare le vulnerabilità trovate nel Flash plugin).
Per il momento solo Firefox ha deciso di disabilitarlo completamente e di default, ma è comunque consigliabile disabilitarlo in tutti i browser che si utilizzano quotidianamente, e al massimo abilitarlo solo quando è strettamente necessario. Anche Google però negli ultimi tempi ha preso precauzioni, infatti uno dei pochi siti che utilizzava quasi al 100% il Flash plugin era YouTube, il quale è recentemente passato al più innovativo standard HTML5, e anche con Chrome il Flash Player viene attivato solo per contenuti importanti.
Per attivare o disattivare manualmente i plugin si può andare rapidamente nelle impostazioni del proprio browser e cercare le opzioni dedicate. In Chrome ad esempio bisogna andare su Impostazioni, Impostazioni Avanzate e Impostazioni contenuti, mentre in Firefox basta raggiungere i Componenti aggiuntivi e scegliere Plugin.

Anche Microsoft però ha deciso di non portare più avanti lo sviluppo del proprio plugin Silverlight, con Windows 10 ha deciso di darci un taglio con il passato e di dare piena fiducia all'HTML5. Il browser Microsoft Edge infatti porta una ventata di novità al mondo Internet di Windows, con molte features che non hanno niente a che fare con il vecchio Internet Explorer. Silverlight era stato introdotto nel 2007 come alternativa ad Adobe Flash ed era stato anche preso in considerazione da molte aziende, ma il successo non deve essere arrivato dove si sperava e Microsoft ha deciso così di bloccare gradualmente lo sviluppo fino a passare definitivamente allo standard HTML5.

Si potrebbe prevedere quindi che i plugin pian piano andranno a scomparire, e con loro se ne andranno moltissimi possibili virus e numerose vulnerabilità per i browser e per i sistemi operativi. Il futuro sembra segnato con forza dal nuovo standard HTML5, che, una su tutte, permette la condivisione di file multimediali e la riproduzione senza la necessità di plugin e senza la necessità di nient'altro. Tra qualche anno molto probabilmente non sentiremo più parlare di plugin da installare per far funzionare un particolare sito, a meno che non ci saranno siti completamente scritti per funzionare con quel determinato componente.

Lascia un Commento

Iscriviti al Feed

Ricerca Geek

Ultimi Articoli

Ultime Guide

- © Copyright Portale Geek 2008- © - Template Metrominimalist - Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -

- Policy Privacy -