Pubblicato il: 06/04/11 | Ricontrollato il:


Un'ordinanza del tribunale di Milano ha stabilito che Google è ora obbligato a filtrare i risultati dei vari suggerimenti che compaiono nella search box per velocizzare il completamento delle ricerche da parte degli utenti.

Questa "norma" arriva dopo la denuncia da parte di un imprenditore che tramite Google veniva associato alle parole "truffa" e "truffatore" e che quindi calunniava la sua immagine pubblica. L'utente aveva già contattato il motore di ricerca ma senza risultato, sentendosi dare la spiegazione che i suggerimenti erano generati automaticamente dalle parole più cercate dagli utenti.
Allora si è rivolto al tribunale di Milano e adesso Google è responsabile di quanto distribuisce dal proprio sito.
Vedremo la risposta di Big G.

Lascia un Commento

Iscriviti al Feed

Ricerca Geek

Ultimi Articoli

Ultime Guide

- © Copyright Portale Geek 2008- © - Template Metrominimalist - Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -

- Policy Privacy -